il club  le razze tutelate  il benessere animale  gli allevatori  
le esposizioni
  trofei   le corse ed il coursing  i regolamenti  
le pubblicazioni
  gli annunci  contatti  links  
 
esposizione e raduno  
nazionale di coursing fino al 30 giugno 2017
  
nazionale corse amatoriali fino al 30 giugno 2017
  
Prove di lavoro dal 1 luglio 2017
  
Regolamento FCI corse e coursing
  
cac in classe lavoro
  
campionato italiano di bellezza
  
Campionato italiano di coursing
  
campionato italiano di racing
  
campionato italiano assoluto
  
campionato internazionale di bellezza
  
campionato sociale di bellezza
  
Campionato sociale di coursing
  
Campionato sociale di racing
  
requisiti riproduzione selezionata
  
 
 

Estratto dal REGOLAMENTO GENERALE DELLE MANIFESTAZIONI CANINE

Approvato dal Consiglio Direttivo del 7 luglio 2008 su parere conforme della Commissione Tecnica Centrale del 11 aprile 2008 in vigore dal 1 gennaio 2009  



QUALIFICHE, CLASSIFICHE, DISTINZIONI SPECIALI

Art. 20 Solo i cani regolarmente iscritti ed il cui nome figura elencato nel catalogo ufficiale di una manifestazione riconosciuta possono essere sottoposti a giudizio. A ciascuno di essi, sempreché non venga ritirato dal presentatore prima dell’inizio del giudizio, verrà assegnata di regola una qualifica la quale rappresenta la sintesi di valutazione cinotecnica fatta dall’esperto giudice. La qualifica non sarà tuttavia assegnata ai soggetti ritenuti insufficienti e, come tali, non qualificabili, né a quelli che nelle prove con cani da caccia, per mancanza di incontri con la selvaggina o per altre cause, non abbiano potuto fornire la dimostrazione della loro capacità. Nelle manifestazioni riconosciute dall’ENCI dovranno essere assegnate solamente le seguenti qualifiche: Eccellente (Ecc.); Molto Buono (M.B.); Buono (B); Sufficiente (SUFF.). Solo per la classe juniores: Molto Promettente (M.P.), Promettente (P), Abbastanza Promettente (A.P.). Il valore ed il significato delle suddette qualifiche saranno dettagliatamente precisati nei regolamenti speciali. In base alle qualifiche assegnate gli esperti giudici provvederanno poi, per ciascuna classe o prova giudicata, ad eseguire la classifica in ordine di merito dei soggetti giudicati nei limiti previsti dai regolamenti speciali. Nelle prove di lavoro gli esperti giudici potranno altresì assegnare anche i seguenti Certificati: o CQN (Certificato di qualità naturali) – Può essere rilasciato solo in prove ad un cane che avendo dato prova di eccellenti qualità naturali non sia stato classificato dall’esperto giudice per errori dovuti a mancanza di addestramento. Per le razze di utilità può essere rilasciato solo nelle classi Avv. e IPO 1; o CAL (Certificato di attitudine al lavoro) – Certifica che il soggetto ha dimostrato di avere carattere idoneo e di essere in possesso delle qualità naturali che ne consentono l’impiego pratico. Può essere assegnato solo in prove per i cani di utilità.  

Art. 21 Nelle manifestazioni riconosciute come internazionali gli esperti giudici sono autorizzati a proporre l’assegnazione dei seguenti Certificati: o CACIB – (Certificato di attitudine al campionato internazionale di bellezza) – Ha, a livello internazionale, la stessa funzione del CAC. Può essere rilasciato solo in esposizioni a carattere internazionale; o Riserva di CACIB – Segue nella graduatoria generale il titolare del CACIB. Ha le stesse funzioni di riserva di CAC. Può essere assegnata solo in esposizioni a carattere internazionale; o CACIT (Certificato di attitudine al campionato internazionale di lavoro) – Ha le stesse funzioni del CAC e può essere rilasciato solo in prove a carattere internazionale; o Riserva di CACIT – Segue nella graduatoria generale il titolare del CACIT. Ha le stesse funzioni di riserva di CAC. Può essere assegnata solo in prove a carattere internazionale; o CACIOB (Certificato di attitudine al campionato internazionale di lavoro) – Può essere rilasciato solo in prove di obedience a carattere internazionale; o CACIAG (Certificato di attitudine al campionato internazionale di lavoro) – Può essere rilasciato solo in prove di agility a carattere internazionale; o CACIL (Certificato di attitudine al campionato internazionale di lavoro) – Può essere rilasciato solo in prove per levrieri a carattere internazionale.   Analogamente nelle manifestazioni riconosciute come nazionali (ed anche in quelle internazionali) gli esperti giudici sono autorizzati a rilasciare i seguenti Certificati: 7   o CAC (Certificato di attitudine al campionato) – E’ un Certificato nazionale che attesta che il soggetto cui viene assegnato possiede caratteristiche e qualità tali da rispecchiare lo standard ideale della razza cui appartiene; o Riserva di CAC – Ha lo stesso significato e valore tecnico del CAC e può essere assegnato al soggetto che, avendone le caratteristiche e le qualità, segua immediatamente in graduatoria quello cui il CAC è stato attribuito. Nelle prove per razze da ferma possono essere assegnate due riserve, la prima e la seconda.   Le norme che sovrintendono al rilascio di tali Certificati sono diverse a secondo del tipo della manifestazione; esse sono più dettagliatamente indicate nei regolamenti speciali che disciplinano le diverse manifestazioni.  



Estratto dalla comunicazione
ENCI al Club del Levriero prot. 11607 FC/AP/sg in merito alla Delibera del Consiglio Direttivo del 7 febbraio 2009, su proposta del Comitato esecutivo del 16 dicembre 2008 ad oggetto: Classe lavoro raduni  



“Il Consiglio Direttivo…rilevando che le razze levriere non sono sottoposte a prova di lavoro per il conseguimento del campionato italiano di bellezza, ritenendo importante favorire gli appassionati del mondo delle corse e dei coursing, ha approvato la richiesta dell’Associazione Specializzata in indirizzo con la quale si richiede la classe lavoro nei raduni di razza, prevedendo, in analogia a tutte le razze sottoposte a prova di lavoro, l’assegnazione di un CAC in classe lavoro e di un CAC attraverso lo spareggio fra le classi libera ed intermedia.”.  





 
  Partner